Come non ingrassare durante le vacanze

Stampa Home
Articolo pubblicato il 13/08/2017 alle ore 11:29.
Come non ingrassare durante le vacanze 4
Come non ingrassare durante le vacanze 4

Chi in vacanza non cade in tentazione? Ci caschiamo tutti, in un verso o in un altro. C’è chi si lascia andare al relax assoluto, solo sole mare e nemmeno tanta fantasia, insomma alla pura sedentarietà e ozio; e c’è chi invece cede al lusso di concedersi tutto, dagli assaggi di nuovi sapori ai cocktail sulla spiaggia proposti dal barman. Ma qualunque sia il “permesso” fuori dalle regole che ci concediamo, il rischio è comune: tornare a casa rimpinguati con qualche chiletto di troppo. Poi, però, fare i conti con la bilancia e smaltire quel surpuls vacanziero è davvero dura. Dunque che fare? Gli esperti nutrizionisti dell’Ini, Istituto Neurotraumatologico Italiano di Roma, suggeriscono dieci buoni comportamenti alimentari che permettono di non ingrassare sotto l’ombrellone.

Parola d’ordine moderazione. Cosa si chiede alla vacanza? Per chi va al mare, di tornare a casa belli abbronzati e in forma. Per ricevere, quando si rientra in ufficio, i complimenti per il proprio “look estivo”, molto apprezzati soprattutto dalle donne. Queste persone ci tengono in modo particolare a mantenere la propria taglia, qualunque essa sia: né con un chilo di troppo né con un chilo di meno. Tuttavia l’obiettivo è da raggiungere, almeno in vacanza, quando le tentazioni sono soprattutto lì, dentro un buon piatto di prelibatezze estive, esotiche, saporite, etniche o altro. Nessuno vieta di assaggiarle, anzi, perché la vacanza è fatta anche per concedersi quello strappo alla regola, magari atteso per tutto l’anno, ma la linea di condotta, almeno alimentare, suggerita dagli esperti è la moderazione. Almeno se la bilancia, anche al rientro dalle ferie, vuole essere una amica e non una minaccia. Allora seguite questi dieci buoni e gustosi comportamenti:

  1. Ascoltate i morsi della fame. Anche se si fanno sentire in un momento inopportuno, mentre siete in spiaggia o in mezzo al mare. Ovvero non saltate mai i pasti, ma sbocconcellate comunque qualche cosa, perché il rischio, altrimenti, è di arrivare a sera con una voragine nello stomaco che si tenderà a riempire con molto cibo, magari anche abbinato male.
  2. La verdura è la regola. Depurativa e nutriente perché apporta sali minerali, fibre e vitamine. Meglio poi se viene mangiata cruda, privilegiando quella ad alto contenuto di carotene, come carote e peperoni rossi, zucca, ovvero tutta la verdura ma anche la frutta di colore arancione, o alcune di colore verde scuro, tra cui broccoli, piselli, lattuga romana, verdura a foglia verde che aiuta pure a rendere più bella e più rapida l’abbronzatura.
  3. Siate mono-proteici. Scegliete cioè un solo tipo di proteine, senza fare abbinamenti nefasti per la linea, mangiando ad esempio formaggio e prosciutto, carne e pesce, lasciandosi tentare da qualche strano assaggino. Fate attenzione anche alle cosiddette insalatone che contengono ingredienti misti, una miscellanea di proteine di varia natura come uova, tonno, pollo, dadini di prosciutto cotto e/o crudo e così via.
  4. Optate per carboidrati unisex. Stessa regola: non unite pane e pasta o patate con il pane. Meglio poi se questi alimenti, ricchi di carboidrati, vengono consumati nella versione integrale. Oggi c’è di tutto: dalla pasta al riso, dai biscotti fino alla pizza. Dunque tanto da soddisfare tutti i gusti e i palati.
  5. Dite nì ai dolci e zuccheri. Che significa non concedersi fette di torta o altre golosità a ogni fine pranzo e cena, ma limitandone il consumo a massimo 2-3 volte a settimana. Che se ci pensate non è poco.
  6. Niente alcool o ridotto al minimo. Infatti ogni grammo di alcool apporta 7 kilocalorie: pensate dunque quante ne accumulate in un bicchiere o più, che aumentano sensibilmente se la bevanda è ad alto/altissimo tasso alcolico.
  7. Acqua a go-go. Ecco che cosa dovete privilegiare, una sana bevuta di buona acqua oligominerale, almeno 2 litri al giorno, aumentando anche il dosaggio con il caldone. L’acqua contribuisce sia a dissetare ma anche a reintegrare i liquidi e i sali persi con la sudorazione.
  8. Lasciate in valigia le pantofole. Che significa che anche in vacanza è bene programmare un po’ di moto e di attività fisica, escludendo le ore più torride della giornata. Non serve strafare, basta semplicemente muoversi anche divertendosi e godendo appieno del tempo libero: il movimento scarica i muscoli e fa bruciare calorie. Insomma no a 8 ore spaparanzati al sole.
  9. La semplicità vince e appaga anche la linea. Almeno quando si parla di cibo e cottura. In estate, anche se bisognerebbe dire in tutte le stagioni, è meglio prediligere cotture semplici, anti-grasso come quella al vapore, alla griglia, evitando fritture, intingoli, sughetti e condimenti vari.
  10. Sì a cena e pranzo fuori… Ma fate attenzione a non esagerare con le porzioni. Assaggiate di tutto un po’, in piccole quantità ma niente bis. Altrimenti, addio buoni propositi e conti amari con la bilancia.
Tags: estate,ingrassare,mangiare durante le ferie,tentazioni,frutta e verdura,sole,mare

Economia

Sanità