Un consigliere: "Trans di m***a.". Caos a Peschiera

Stampa Home
Articolo pubblicato il 30/06/2017 alle ore 15:53.
"Assessore omofobo". Caos a Peschiera 2
"Assessore omofobo". Caos a Peschiera 2

Caos a Peschiera del Garda: un consigliere di maggioranza è stato accusato di omofobia.

Un post pubblicato sulla pagina Facebook "Vivi Peschiera" da Cathy La Torre denuncia un fatto che avrebbe del clamoroso:

"Alessio, un uomo trans, viene escluso da un mercatino di artigianato. Sua unica fonte di guadagno. Senza motivo o giustificazione.

Si rivolge dunque a un consigliere comunale di maggioranza, prende un appuntamento telefonico con la sua segreteria. Dopo 24 ore la segreteria disdice l'appuntamento.

Allora Alessio trova il numero di cellulare di questo consigliere, pubblico sul sito del Comune. Lo contatta per chiedergli un appuntamento.

Il Consigliere gli dice di prendere appuntamento presso la segreteria e di non importunarlo. Alessio risponde scusandosi e precisando che il numero é pubblico.

Il Consigliere, che nel frattempo sta inoltrando i messaggi di Alessio a qualcun altro, manda per sbaglio il messaggio indirizzato ad altri ad Alessio: Questo è il trans di merda che vuole fare il mercatino.

Alessio farà causa per ingiurie al consigliere".

Mirjana Stampfer, della minoranza, ha commentato il post scusandosi e sta già lavorando per un'interrogazione ed un esposto alla prefettura.

Economia

Sanità