Assistenza disabili, TAR contro il comune di Lonato

Stampa Home
Articolo pubblicato il 26/09/2017 alle ore 17:01.
Assistenza disabili, TAR contro il comune di Lonato 2
Assistenza disabili, TAR contro il comune di Lonato 2

Il TAR di Brescia ha emesso una sentenza contro il Comune di Lonato perché non ha fornito le ore integrative di assistenza alla disabilità ad un minore certificato, pari a 19 ore indicate dal PEI Piano Educativo Individualizzato e dall'Istituto Scolastico pari ad almeno 15 ore.

L'11 ottobre ci sarà la sentenza definitiva, ma fino ad allora il Comune ha l'obbligo di reintregrare le ore tagliate agli alunni disabili, in particolare al figlio dei soggetti ricorrenti.

«Il Sindaco e l'Amministrazione Comunale erano stati avvertiti da Progetto Lonato in ogni Consiglio Comunale che non si potevano tagliare così drasticamente le ore di assistenza agli studenti con disabilità certificata - hanno dichiarato Andrea Locantore e Flavio Simbeni di Progetto Lonato - . Adesso è arrivata anche la condanna del TAR e non possiamo che essere molto contenti per questa grande vittoria, in primis della famiglia ricorrente e di tutte quelle con figli certificati.

Ci sono battaglie che possono sembrare perse in partenza come quelle contro la presunzione e l'arroganza di questa Amministrazione, ma è fondamentale non smettere di battagliare, così come non voltare mai le spalle a chi ha bisogno del nostro aiuto.

Il Sindaco chieda scusa a tutte le famiglie lonatesi per la sua linea politica fatta di tagli lineari, che è stata condannata persino dal TAR, paghi lui stesso e i suoi Assessori gli avvocati che devono difendere il Comune dai suoi tagli e ripristini le ore di assistenza cancellate e delle quali necessitano i nostri studenti».

«Non posso dire molto nel caso specifico perché sono i servizi sociali a occuparsi del discorso dell'assistenza - spiega il vicesindaco  e assessore alla pubblica istruzione Nicola Bianchi - , ma chiaramente la scelta di ridurre le ore non è stata presa a cuor leggero. Tutti vorremmo la migliore qualità dei servizi possibile, specie quando si parla di alunni disabili, ma tutte le amministrazioni di ogni colore sono costrette a dei tagli e spiace vedere strumentalizzato un caso come questo ricorso».

Economia

Sanità