Cavaion: no al femminicidio

Stampa Home
Articolo pubblicato il 17/11/2016 alle ore 08:52.
Cavaion: no al femminicidio 4
Cavaion: no al femminicidio 4

Si chiama "Il rispetto vola alto" l'evento organizzato domenica 27 dall'associazione TèDonna Cavaion al centro commercioale Grand'Affi Center, per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne che ricorre il 25. Un evento con obbiettivo quello di porre il rispetto come antidoto alla violenza.

A TèDonna saranno affiancati anche Telefono Rosa, È sempre 8 marzo, LiberaMente, Isolina e..., BaldoFestival Donna e l'evento coinvolge i comuni di Cavaion, Affi, Garda, Costermano e Pastrengo.

All'esterno dell'ingresso nord del centro commerciale verrà inaugurata la "Panchina del rispetto", una panchina rossa simbolo della lotta al femminicidio personalizzata dal grafico e designer Enrico Gastaldelli. Per ora è la prima e unica sul veronese, ma pare che non sarà ne l'ultima ne l'unica, come riferirebbe la presidente di TèDonna, Moichela Bortolozzo.

Bortolozzo pare che abbia aggiunto che l'obbiettivo dell'evento sia quello di fare rete per rafforzare la forza del messaggio coinvolgendo il più possibile uomini, donne e ragazzi in un luogo solitamente di svago. Saranno presenti Alessandra Maffezzoli, maestra di 46 anni accoltellata a Pastrengo dall'ex convivente lo scorso giugno, e Anna Frigerio di Soave, aggredita dal marito nella notte di domenica scorsa e viva per miracolo.

Inoltre alcuni gruppi femminili insceneranno performance per sensibilizzare la gente sul tema interpretando stereotipi su abbigliamento e linguaggio, o portando sul viso segni tangibili della violenza. Sarà anche possibile esprimere la propria solidarietà attraverso delle cartoline che verranno consegnate durante l'evento e che potranno essere recapitate a mano alla libreria Giunti del centro commerciale o spedita all'indirizzo mail tedonnacavaion@gmail.com.

Tags: cavaion,panchina del rispetto,femminicidio

Economia

Sanità