Desenzano solidale con i terremotati: come aiutare

Stampa Home
Articolo pubblicato il 31/10/2016 alle ore 17:45.
Desenzano solidale con i terremotati: come aiutare 4
Desenzano solidale con i terremotati: come aiutare 4

Dopo gli eventi sismici delle ultime ore, l’amministrazione comunale rinnova la solidarietà alle popolazioni colpite del Centro Italia e ricorda ai concittadini la sottoscrizione comunale, aperta lo scorso agosto e prorogata fino al 30 novembre.

 

 

L’amministrazione comunale di Desenzano del Garda manifesta ancora una volta la propria solidarietà alle popolazioni dell’Italia centrale, colpite nei giorni precedenti e purtroppo anche la notte scorsa da terribili eventi sismici.

«Alla commozione deve subito seguire l’azione e in questo nostro agire dobbiamo essere tutti uniti – dichiara il sindaco desenzanese Rosa Leso –. Uniamoci tutti in un grande abbraccio di solidarietà ai paesi così duramente colpiti ed esprimiamolo con i fatti la nostra vicinanza». 

La sottoscrizione comunale aperta lo scorso 25 agosto è stata prorogata fine al 30 novembre 2016. «Affideremo quanto raccolto nella città di Desenzano direttamente ai sindaci dei paesi più colpiti – continua Leso – perché sono i primi con cui i cittadini si rapportano e che conoscono realmente le esigenze dei loro territori e delle loro comunità. Chiediamo ad associazioni e gruppi desenzanesi di unirsi, per poter dare un supporto ancora maggiore a chi in questi giorni ha perso tutto». 

Per partecipare alla sottoscrizione, è possibile effettuare un bonifico sul conto corrente del Comune di Desenzano (IBAN IT14G0503454462000000044424) oppure di fare il versamento alla Tesoreria comunale presso lo sportello del Banco Popolare in piazza Matteotti a Desenzano, specificando la causale “Aiuto ai terremotati dell’Italia centrale”.

La Polizia locale aveva già comunicato lo scorso agosto alla Regione Lombardia - Direzione Generale della Protezione Civile la disponibilità a inviare in loco proprio personale, come già fatto in occasione del terremoto all’Aquila nel 2009. La Polizia municipale ha inoltre offerto la propria disponibilità a raccogliere, stoccare e trasportare materiali di prima necessità come coperte/vestiario intimo e calze/prodotti per l’igiene personale, coordinando il lavoro delle associazioni desenzanesi. Un impegno che si rinnova dopo l’emergenza delle ultime ore.

Tags: desenzano,terremoto

Economia

Sanità

Politica