Dodici insegnanti per il doposcuola a Lonato

Stampa Home
Articolo pubblicato il 04/10/2016 alle ore 10:08.
Dodici insegnanti per il doposcuola a Lonato 2
Dodici insegnanti per il doposcuola a Lonato 2

Non Doposcuola: per il sesto anno prende avvio l’iniziativa organizzata in collaborazione con la Parrocchia di Lonato del Garda e patrocinata dal Comune - Assessorato all’Istruzione, rivolta a studenti di classi medie inferiori e superiori che si trovano in difficoltà per il passaggio da un ordine di scuola all’altro o che faticano nello studio di determinate materie. A loro disposizione ci sono dodici insegnanti in pensione che, a titolo gratuito, in giorni da concordare, danno lezioni da ottobre fino a maggio 2017, presso i locali dell’Oratorio “Paolo VI” di Lonato, in via Antiche mura 2.

I docenti, tutti con pluriennale esperienza scolastica, aiuteranno i ragazzi a perfezionare le loro capacità espositive scritte e orali, ad acquisire un metodo di studio e di lavoro, a comprendere argomenti particolarmente ostici, a conversare in lingua straniera, ad acquisire una mentalità scientifica o ad affrontare lo studio di uno strumento musicale, per esempio. Le materie interessate sono: italiano e storia, matematica, inglese, francese, latino e musica.

«Ringrazio di cuore i professori che in modo del tutto gratuito dedicano il loro tempo a questa utilissima e meritevole iniziativa – dichiara Nicola Bianchi, vicesindaco e assessore all’Istruzione di Lonato –. Ringrazio la Parrocchia di Lonato che mette a disposizione gli spazi per le lezioni, riconoscendo l’importanza di questa attività di “supporto didattico” per i nostri ragazzi, che attraversano qualche momento di difficoltà nel loro percorso di studi. Oggi che i Comuni devono affrontare una situazione di carenza di risorse ormai cronica, poter disporre della appassionata collaborazione di dodici “prof” è una grande risorsa e un’opportunità speciale per i nostri studenti e per le loro famiglie».

A chi decide di avvalesi del servizio sarà richiesto solo un contributo annuo di 20 euro per le spese di utilizzo dei locali (riscaldamento, pulizie…).