Olli: «Me ne vado senza sbattere la porta»

Stampa Home
Articolo pubblicato il 20/06/2017 alle ore 12:26.
Olli: «Me ne vado senza sbattere la porta» 4
Eugenio Olli con il presidente Giuseppe Pasini

E' giunta l'ora dell'addio a Salò per Eugenio Olli che dopo una permanenza trentennale al timone sportivo della società lascerà il prossimo 30 giugno. 

Il direttore sportivo verdeblù ha salutato la società che dalla Seconda Categoria ha portato fino alla Lega Pro, sfiorando la tanto ambita Serie B per alcune stagioni fino al piccolo passo indietro di quest'anno e la conseguente scelta di non rinnovare il contratto, in scadenza proprio a fine mese. 

Alcuni punti di non accordo con il presidente Giuseppe Pasini sono i principali indiziati per la storica rottura, come ha raccontato lo stesso Olli ai quotidiani locali: «L'idea era di ristrutturare l'organigramma societario, però su qualcuno non ci siamo trovati d'accordo» (Bresciaoggi). Figure che potrebbero costituire il tanto proclamato salto di qualità della Feralpi e che ora sarà compito dei Pasini individuare con cura nel folto panorama di direttori sportivi e generali di cui la Lega Pro è stracolma. «Me ne vado senza sbattere la porta e senza astio verso la società, ma con la speranza, un giorno di poter fare ritorno. Salò rimane casa mia» chiude l'ormai ex direttore sportivo.

Nel pomeriggio l'annuncio ufficiale del nuovo organigramma societario.