Ferragosto? A Salò c'è il Gran Concerto

Stampa Home
Articolo pubblicato il 14/08/2017 alle ore 15:20.
Ferragosto? A Salò c'è il Gran Concerto 4
Ferragosto? A Salò c'è il Gran Concerto 4

Anche quest’anno, come è di consuetudine, in Piazza Duomo a Salò ci sarà il “Gran Concerto di Ferragosto” dell’orchestra di Fiati della Associazione Banda Cittadina di Salò “Gasparo Bertolotti”; ma quello di quest’anno è più importante in quanto è il 40esimo Gran Concerto di Ferragosto che viene offerto alla Città di Salò e ai suoi turisti, che ormai sono diventati spettatori abituali.
Nel 1978 la Banda aveva iniziato da poco il periodo di cambiamento che l’ha portata dopo anni ad essere la realtà artistica, musicale e culturale attuale.

Un nuovo consiglio direttivo costituito da giovani “rivoluzionari” intenzionati a modernizzare la grande tradizione della Banda Storica portò a nuovi repertori ma, soprattutto, all’ideazione di appuntamenti ricorrenti: fu Renato Arrighi, artefice di innumerevoli cambiamenti nella banda, che ideò l’appuntamento più importante della stagione, il concerto del compleanno, il GRANCONCERTO di Ferragosto (quest’anno 199 anni dal 1818 di ininterrotta gloriosa attività).
Sembrava una scommessa impossibile, irta di difficoltà logistiche, di organico,….. ma, grazie alla perseveranza di Guerrino Pollini e di alcuni musicisti, fu vinta.
1978 – 2017: 40 edizioni, 5 direttori Angelo Zola, Paolo Ghisla, Andrea Loss, Andrea Oddone fino all’attuale Arturo Andreoli, hanno dettato la cifra culturale del Gran Concerto facendolo divenire un momentocentrale degli appuntamenti musicali salodiani e del Garda.
Il concerto di quest’anno avrà come sottotitolo “My favorite things” e racchiuderà alcuni brani degli ultimi repertori eseguiti negli anni passati: il programma della serata sarà “Musica per i reali fuochi d’artificio”, “Porgy & Bess”, “Ouverture to Candide”, “The Sound of Music”, “The Phantom of The Opera”, “Moment for Bacharach”, “Rugantino”, “Mancini!”, “The March from 1941”.

Quest’anno il nuovo direttore è Arturo Andreoli, grande musicista e direttore di banda tra i più conosciuti ed importanti nel panorama dei direttori bresciani.
L’accesso alla piazza Duomo, una location magica per la stupenda scenografia ma anche per la perfetta acustica naturale, è da qualche anno regolamentato tramite la vendita del biglietto per il posto unico numerato del costo di 7 euro, in prevendita fino a lunedi 13 presso la sede dell’associazione o presso la FeltrinelliPoint di Salò; in questo modo è garantita la massima sicurezza per l’affluenza e la defluenza della piazza, ma è anche un mezzo per finanziare l’attività dell’Associazione Salodiana che l’anno prossimo compirà 200 anni, essendo stata fondata con decreto del Regio Governo Austriaco il 15 agosto del 1818, e che sempre più è impegnata nella diffusione della passione e della cultura della musica con una scuola di 200 allievi e con due formazioni giovanili, la Little Band e la Junior Band che contano circa 80 musicisti in erba che già si esibiscono in concerti indipendenti.

Un’altra forma di finanziamento popolare è la possibilità di affiliarsi all’associazione con la tessera annuale del costo di 20 euro, con la quale si riceve in omaggio il cd dell’ultimo Gran Concerto di Ferragosto 2016, appena terminato di produrre.
Il concerto inizierà alle ore 21, ma sarà preceduto da una breve esibizione della Junior Band, diretta da Chiara Turati, alle 20.30.

Economia

Sanità