I tulipani del Sigurtà a Bardolino

Stampa Home
Articolo pubblicato il 11/04/2017 alle ore 14:52.
I tulipani del Sigurtà a Bardolino 2
I tulipani del Sigurtà a Bardolino 2

Un mare, pardon lago, di foto. Ancora una volta il lungolago di Bardolino diventa un set all’aria aperta. Migliaia di scatti, selfie e immagini che ritraggono le aiuole fiorite con i tulipani curati dal conte Giuseppe Sigurtà.

Il proprietario del Giardino Sigurtà, il secondo Parco più bello d’Europa, è “l’architetto” delle 72 aiuole ricoperte di fiori provenienti dall’Olanda che hanno trovato collocazione, grazie ad un accordo tra il Comune e il Parco di Valeggio, sulla passeggiata che unisce Riva Mirabello a Riva Cornicello. Diciassettemila bulbi hanno trasformato il lungolago, ma anche la piazza di Cisano, in un giardino dai mille colori. In cambio il Comune ha acconsentito di esporre informazioni che pubblicizzano il Giardino Sigurtà. Uno scambio commerciale che valorizza entrambi i soggetti in causa con Bardolino pronto a specchiarsi tra i mille colori di tulipani di 32 varietà diverse provenienti, - i bulbi sono stati messi a dimora dalla ditta fratelli Banterla d’Incaffi -, dall’Olanda e in un caso dalla Turchia.

Tra le tante varietà anche specie rare o uniche come il tulipano nero “Paul Scherer” e quello a fiore doppio “Black Hero”, i tulipani della varietà Impression dall’effetto cromatico lucente, il Banja Luka con fiori gialli screziati di rosso oppure l’altrettanto colorato tulipano dedicato ad Andrè Citroen, fiore “battezzato” nel 1947 che dura tantissimo.  “La natura ci regala sempre le sorprese più belle! Sarà per l'aria del lago e la simpatia dei Bardolinesi”, afferma il sindaco Ivan De Beni nell’osservare i tulipani in fiore. “Un ringraziamento speciale va al Parco Sigurtà che ci ha donato i bulbi, al mio amico Giuseppe Sigurta' che ha personalmente ideato e disegnato le aiuole e un grazie ai Vivai Banterla che come sempre con grande precisione e professionalità hanno curato la messa a dimora dei bulbi”.