#NoRifiutinelWC: la nuova campagna di Legambiente

Stampa Home
Articolo pubblicato il 16/07/2017 alle ore 14:26.
#NoRifiutinelWC: la nuova campagna di Legambiente 2
#NoRifiutinelWC: la nuova campagna di Legambiente 2

In attesa delle analisi delle acque che verranno pubblicate domani mattina da Legambiente oggi il team di Goletta ha organizzato a Desenzano una campagna contro i rifiuti.

Con il flash mob #NoRifiutinelWC si vogliono sensibilizzare i cittadini verso un problema gigantesco che riguarda mari e oceani.

Ogni anno 8 milioni di tonnellate di rifiuti finiscono dritti nei mari e negli oceani attraverso fiumi e laghi e di questi una percentuale tra l'80 e 90% è di plastica.

Il 10% dei rifiuti presenti sulle spiagge dei mari e dei laghi italiani proviene dagli scarichi dei nostri bagni. Sulle spiagge viene trovato di tutto: blister, confezioni per lenti a contatto, assorbenti, medicazioni. Il 9% di questi rifiuti consiste nei bastoncini in plastica per la pulizia delle orecchie.

La nuova campagna sviluppata da Legambiente e Ogilvy Change è stimolare il cambiamento spontaneo verso un atteggiamento quotidiano come buttare i rifiuti nel WC usando invece il cestino.

 «il problema del marine litter sta assumendo dimensioni sempre più allarmanti - dichiara Stefano Ciafani direttore generale di Legambiente -. Questi rifiuti creano problemi economici, ambientali e alla fauna marina, ma possono finire anche sulle nostre tavole visto che le microplastiche, generate anche dalla fermentazione dei rifiuti più grandi, vengono facilmente ingerite dai pesci. Se poi i sistemi di depurazione non ci sono o sono inefficenti tutto quello che buttiamo nel WC finisce in mare. Dobbiamo necessariamente cambiare abitudini e scegliere prodotti meno inquinanti,  differenziare al meglio i rifiuti per riciclarli e non usare i WC come fossero cestini». 

I cittadini potranno partecipare a questa campagna anche attraverso i social usando l'hashtag #NoRifiutinelWC  postando fotografie di rifiuti sulle spiagge e in mare, ma comportamenti virtuosi per risolvere il problema.

Economia

Sanità