Pirata stradale a Lazise: la caccia è sul web

Stampa Home
Articolo pubblicato il 21/08/2017 alle ore 18:11.
Pirata stradale a Lazise: la caccia è sul web 4
Pirata stradale a Lazise: la caccia è sul web 4

La segnalazione è partita dai social. Con un post apparso su facebook Gigliola Lugoboni racconta quanto è successo a sua figlia. Un brutto incidente causato da una manovra azzardata. 

"Oggi è passata una settimana precisa dall'incidente avvenuto al Sacro Cuor di Lazise dove mia figlia ha riportato diversi traumi, tra cui la rottura della spalla destra, una grave ferita alla mano destra e una lacerazione al fegato. Oltre anche a diverse abrasioni sul corpo, specialmente sul viso. Scrivo solo oggi in quanto la settimana scorsa è stata un inferno, ora la situazione è migliorata, se l'ecografia di martedì prossimo darà esito positivo ci aspettiamo di riaverla a casa dopo qualche giorno, in modo che la convalescenza possa farla nel suo habitat naturale.

La dinamica dell'incidente, il tutto verbalizzato dalla polizia municipale di Lazise, è stata provocata da una manovra insensata di un ciclista che ha voluto attraversare la strada, probabilmente senza guardare, e ha travolto mia figlia che sopraggiungeva in scooter facendola cadere e, per sua sfortuna, finire sull'altra corsia dove arrivava un auto.
Lo scontro è stato inevitabile, sarò sempre grata a Franco alla guida dell'auto che con i suoi riflessi ha fatto si che l'impatto sia stato meno grave di quanto poteva essere. Se mia figlia è ancora viva, molto del merito è suo".

La famiglia della ferita sta cercando il ciclista nella foto. Se la persona in oggetto dovesse riconoscersi o se qualcun altro avesse informazioni potete scrivere a redazione@gardaweek.it   o chiamare lo 030/9911530.

Economia

Sanità