Presentato il memorial Gino Corioni a Lonato

Stampa Home
Articolo pubblicato il 02/06/2017 alle ore 23:37.
Presentato il memorial Gino Corioni a Lonato 4
Presentato il memorial Gino Corioni a Lonato 4

È stato presentato giovedì pomeriggio all'oratorio Paolo VI di Lonato il torneo di calcio "Un calcio al pregiudizio - Memorial Gino Corioni" in programma sabato a Campagna e giunto alla seconda edizione.

Non solo sport, ma un progetto più ampio nato su impulso del Gruppo Idee di Roma e portato qui dall'Associazione Lonato Oggi del presidente Massimo Ferrero, costola dell'omonima civica guidata da Silvia Razzi. Il "pregiudizio" è quello che una categoria, in questo caso quella dei carcerati, deve affrontare nel proprio reinserimento in società: e il calcio è un volano per ripartire, come hanno spiegato la direttrice del penitenziario di Canton Mombello Francesca Gioieni e l'ex allenatore della Casa di reclusione di Bollate Carlo Feroldi. "Ho fatto parte anche dello staff di squadre importanti, ma l'esperienza che più mi è rimasta nel cuore è stata proprio quella di 200 giorni a Bollate, nell'unico team di un carcere iscritto regolarmente a un campionato Figc in Terza categoria. Il calcio è riuscito ad unire giocatori di ventitré paesi e cinque continenti diversi". Proprio dal mondo delle carceri arriva una delle sei squadre partecipanti al torneo di calcio a 7, la "Nazionale Rebibbia" che è una selezione di detenuti e guardie di diversi istituti. Con loro scenderanno in campo una selezione dell'Oratorio, lo staff della Virtus Feralpi, "I Lonatesi" e Fare squadra (due selezioni locali, la seconda proviene in gran parte da Valtenesi e Salò) e per ultime, ma forse prime per importanza, le Vecchie glorie del Brescia calcio.

Alfredo Savoldi e Luciano De Paola sono solo due delle ex rondinelle attese sabato: il torneo intende anche rendere omaggio all'indimenticato presidente biancoblu Gino Corioni, in carica dal 1992 al 2014 e artefice nei primi anni Duemila dei più grandi "momenti di gloria" del calcio bresciano. Erano presenti all'inaugurazione i figli Fabio e Silvia, mentre domenica è attesa per le premiazioni la vedova Annamaria. Fischio d'inizio alle ore 14 per la prima sfida, mentre la finale tra le vincenti dei due gironi si terrà alle 19 e sarà seguita da uno spiedo con maxischermo per la finale di Champions League.