Prima la rapina, poi la frusta

Stampa Home
Articolo pubblicato il 05/06/2017 alle ore 15:00.
Prima la rapina, poi la frusta 2
Prima la rapina, poi la frusta 2

Quando nel primo pomeriggio di ieri la pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Peschiera del Garda è intervenuta, G.O., nigeriana 26enne, impugnava una cinta di pelle con una grossa fibbia con cui stava colpendo ripetutamente una connazionale di 22 anni, dopo averle rapinato poche decine di euro strappandole la borsetta.

È questa la triste scena che si è palesata ai militari ieri sera a Castelnuovo del Garda in via Colombare, strada spesso controllata dai Carabinieri per contrastare il fenomeno della prostituzione; i militari hanno bloccato la 26enne e l’hanno arrestata in flagranza per rapina.

L’aggredita è stata poi accompagnata presso il Pronto Soccorso dell’ospedale “Pederzoli” di Peschiera del Garda, dove le è stato riscontrato un trauma cranico oltre a ecchimosi diffuse. Le due donne sono state entrambe contravvenzionate ai sensi dell’ordinanza sindacale antiprostituzione.

La donna stamane è comparsa davanti al Giudice del Tribunale di Verona che, convalidato l’arresto, ha emesso nei suoi confronti una condanna di 1 anno e 5 mesi di reclusione, con ammenda di 400 euro

Economia

Sanità

Politica