Si chiude l'estate del circolo vela Gargnano

Stampa Home
Articolo pubblicato il 27/09/2017 alle ore 12:28.
Si chiude l'estate del circolo vela Gargnano 4
Si chiude l'estate del circolo vela Gargnano 4

Due mesi di grandi regate per il Garda, Gargnano, e la Centomiglia. Un percorso organizzativo lungo, anzi lunghissimo.  Iniziato ancor prima, ad agosto con il Campionato del Mondo (e d’Europa) della deriva volante australiana Waszp, co promosso in collaborazione con Univela Sailing, la base logistica di Campione del Garda, fino al Campionato Italiano del monotipo Protagonist di fine mese.

Il “Settembre velico" ha poi vissuto il suo clou  nei primi due week end con i trofei Gorla e la 67° Centomiglia, il giro del lago del 9-10 settembre. Il 2 settembre si sono aperte le sfide (nel primo pomeriggio) con il Trofeo Ocpoint Punto Com (l’ex Super G), il 3 settembre è stata la volta del 51° Gorla, in settimana le esibizioni di barche e barchette con il trofeo Comune di Gargnano, musica e feste in piazzetta con East Lombardy e Pro Loco Gargnano, il 9 e il 10 il Giro di tutto il lago. 

Il Gorla è andato al maxicat “Mira” dei veronesi Pilati-Marega, la Centomiglia all’altro Maxicat X 40 con Andrea Farina e Luca Modena, in entrambe le regate l’affermazione nei trofei Meo Omboni e Giacomo Garioni per i monocarena ed una grande Giulia Conti, che ha esaltato le qualità del “Clandesteam”; il trofeo Beppe Croce e Memorial Frank Battiti (stazza Orc) alla barca danese ancora in legno di “Lisbeth” con un equipaggio del lago di Costanza.

Il 16-17 settembre è stata la volta della 11° Childrenwidcup dell’Abe (Associazione Bambino Emopatico) ed i piccoli dei reparti di onco-ematologia pediatrica del Civile di Brescia. Quasi 200 giovanissimi con le rispettive famiglia ospiti del consorzio Garda Lombardia e degli scafi dei velici del Cv Gargnano e degli amici degli altri Sodalizi lacustri. Giornata di allegria, la pratica della terapia riabilitativa che sposa lo sport del navigare, tanti regali come la macchina per il gelato della Nemox, l'ospitalità di Garda Lombardia per 150 persone.  

A fine settembre Bogliaco ha ospitato il Campionato Italiano della classe Protagonist, barca di 7 metri e mezzo, disegnata esattamente 20 anni fa da Luigi Badinelli. Tutte  le regate gargnanesi hanno tenuto a battesimo il progetto interregionale di “Green and Blue” di "In-Lombardia" in collaborazione con Explora e il Garda Unico, la grande promozione di tutti gli sport outdoor, sia dal punto di vista agonistico, sia quello amatoriale. Un grande lavoro che ha avuto (e avrà) come base il Circolo Vela Gargnano.


Economia

Sanità