Sirmione e Torri si contendono il primo posto

Stampa Home
Articolo pubblicato il 31/07/2017 alle ore 09:00.
Sirmione e Torri si contendono il primo posto 4
Sirmione e Torri si contendono il primo posto 4

Sempre più incerto e appassionante il finale del cinquantesimo anniversario della Lega Bisse del Garda. A due giornate dalla conclusione, nel gruppo “A” Grifone mantiene la testa della classifica ma è incalzato a una sola lunghezza da Berengario. Vincendo anche la tappa di Gardone Riviera l’equipaggio di Torri del Benaco dimezza da due a un punto il margine che lo separa dai rivali di Sirmione. Decisive quindi le ultime due serate in programma a Cassone e Torri, dove Grifone cercherà di evitare l’aggancio per riportare in terra bresciana la Bandiera del lago che manca ormai da ben 22 anni.

Nel gruppo “B” Villanella di Gargnano si dimostra una spanna sopra le altre andando a prendersi con autorevolezza l’ennesima vittoria guadagnando tra sette giorni il diritto a gareggiare con i gruppo dei più forti. Aries di Garda si impone invece alla grande nel gruppo “C” degli emergenti distanziando all’arrivo i desenzanesi di S. Angela Merici. Dopo tre settimane di assenza sono tornati in gara anche gli equipaggi femminili: Bardolino interrompe la striscia di tre vittorie consecutive delle rivali di Torricella di Cassone, riaprendo di fatto il campionato della Coppa del Lago riservato alle donne.

La terza vittoria consecutiva di Berengario è certificata da una gara condotta sempre in testa, suggellata da un rush finale che non lascia scampo ai rivali di Grifone. 6’19”32 il tempo finale per i torresani. Ci vuole invece il fotofinish per decretare le altre posizioni: l’equipaggio di Sirmione si aggiudica la volata per il secondo posto in 6’22”82, precedendo di un soffio Peschiera (6’23”89) e la bissa di Garda giunta al traguardo in 6’24”67. Seguono poi nell’ordine gli iseani di Carmagnola con 6’26”35 e Clusanina (6’27”05).

Nel gruppo “B”, non basta l’incitamento da stadio del pubblico di casa per guidare Gardonese alla prima vittoria stagionale. Villanella anche stavolta dimostra di avere una marcia in più imponendosi per l’ennesima volta sul resto della flotta in 6’28”93. Piazza d’onore, l’ennesima per Gardonese con il tempo di 6’32”91. Ha preceduto Paratico (6’39”04), Arilica di Peschiera (6’40”46), Ariel di Gardone Riviera (6’42’34) e Monteisola (6’46”64).

Aries di Garda si impone invece alla grande nel gruppo “C” degli emergenti distanziando all’arrivo con il tempo di 6’54”44 i desenzanesi di S. Angela Merici (7’06”31), Sebina (7’15”72), Paloma di Garda (7’19”44), Benacum di Toscolano (7’20”96) e Betty di Cassone che chiude il gruppo in 7’23”51.

Nella tappa di Gardone Riviera tornavano in acqua dopo tre settimane di assenza anche gli equipaggi femminili. Con il rientro di Monica Peretti, l’equipaggio Preonda di Bardolino ha volato tra le boe di Gardone Riviera interrompendo con il tempo di 7’30”77 l’egemonia delle rivali di Torricella di Cassone (7’32”54). Sul podio anche le ragazze di casa di Sirenetta: hanno sopravanzato in 8’06”02 le sfortunate rematrici di Ichtya di Peschiera, giunte al traguardo con il tempo di 9’02”44, penalizzate dalla rottura della pala di un remo durante la prova.

La penultima tappa a Cassone si svolgerà sabato 5 agosto.

Economia

Sanità