Una discarica a cielo aperto

Stampa Home
Articolo pubblicato il 05/05/2017 alle ore 14:30.
Una discarica a cielo aperto 2
Una discarica a cielo aperto 2

Montagne di rifiuti a Lazise, arredamenti per tre o quattro salotti, attrezzature sportive, giocattoli e molto altro ancora.

Uno scempio proprio davanti all’isola ecologica, come quando si lancia una carta a distanza e non si prende il cestino. Ecco cosa sta succedendo nell’ultimo periodo a Lazise. Proprio di fronte all’isola ecologica, negli ultimi periodi, si sta vivendo una forte situazione di degrado.

Poltrone, divani, materassi, sci, scarponi, musicassette, aspirapolvere, macchinette del caffè, piatti, lampadari. Di tutto e di più. Potrebbe quasi sembrare un caotico centro del riuso. Sembra quasi che siano state ripulite delle case e che ciò che non serviva più, sia stato abbandonato in quel luogo, a cinque metri dall’entrata dell’isola ecologica.

Una scelta, quella di alcuni residenti, che sta degradando fortemente il paese. Appena arrivati in quella zona il «benvenuto» lo danno una lavatrice e un materasso adagiati vicino al cartello degli orari dell’isola ecologica.

In zona non c’è una videocamera, per il momento e quindi la gente si sente libera di abbandonare ciò che non serve più o ingombra.

L'ARTICOLO COMPLETO NELL'EDIZIONE DI GARDAWEEK IN EDICOLA

Economia

Sanità